Gli astronomi

Alberti, Vittorio
Amanzio, Domenico
Angelitti, Filippo
Aurino, Salvatore
Barbatelli, Riccardo
Battaglini, Giuseppe
Bemporad, Azeglio
Bemporad, Giulio
Brioschi, Carlo Maria Rocco Francesco Saverio
Brioschi, Faustino Angelo Maria Paolo
Capaccini, Francesco
Capaccioli, Massimo
Capocci Belmonte, Ernesto-Maria, Vincenzo, Pasquale, Gaetano
Carcani, Nicola Maria
Carnera, Luigi
Cassella, Giuseppe Antonio Pietro
Cassella, Andrea
Castellano, Mario
Cimino, Massimo
Colacevich, Attilio
Colangeli, Luigi
Contarino, Francesco
de Gasparis, Annibale
Del Grosso, Remigio
Del Re, Leopoldo
Di Martino, Pietro
Fergola, Emanuele
Fichera, Elio Eduardo
Fresa, Alfonso
Guerrieri, Eugenio
Kranjc, Aldo
Lazzarino, Orazio
Mancuso, Santi
Merola, Mario
Messia de Prado, Ferdinando
Nicolini, Tito
Nobile, Antonio
Nobile, Arminio Arturo Alfonso
Nobile, Vittorio
Pepere, Raffaello
Peters, Christian Heinrich Friedrich
Piazzi, Gioacchino Giuseppe Maria Ubaldo Nicol˛
Rigutti, Mario
Rinonapoli, Michele
Sabatelli, Felice
Tedeschi, Vincenzo
Viaro, Maria
Vocca, Paolo
von Zach, Franz Xaver
Zappa, Giovanni
Zuccari, Federigo Vincenzo Antonio Ludovico

Leopoldo Del Re

Cantalupo nel Sannio, 29 luglio 1804 - Napoli, 3 dicembre 1872

Figlio di Angelo, avvocato del tribunale di Napoli, e Sabina Gaglia, studi˛ presso il Real Liceo del Salvatore e poi all'UniversitÓ. Nel 1820 fu nominato alunno presso la Specola e si distinse negli studi tanto da ricevere nel 1823 una medaglia d'oro del valore di 50 ducati istituita dal re Ferdinando I per un giovane studente brillante nel settore dell'astronomia.
Nel 1833 fu nominato astronomo assistente e sostituý alla direzione della Specola Capocci, quando egli compý un viaggio in Europa tra 1836 e 1839. Fu ancora direttore ad interim tra il 1850 e il 1854, anno in cui ottenne la nomina a direttore, carica che conserv˛ fino al 1860. Con l'UnitÓ d'Italia Capocci fu reintegrato nella carica.
Con Capocci lavor˛ alle misure per il catalogo stellare di Bessel. Fu molto apprezzata ...la grande solerzia del ... signor del Re, il quale fece quasi la metÓ de' computi, and˛ leggendo tutti i nonii delle osservazioni meridiane, e quelli ancora di molte all'equatoriale, allorchŔ l'incontro di pi¨ gruppi di stelle rendeva necessario il suo valoroso ajuto.
Determin˛ la natura periodica della cometa di Biela del 1826, nel tempo stesso che facevan la medesima scoperta il Biela e l'Hansen in Alemagna.
Nel 1835, il nostro operoso Leopoldo del Re, ...ben a ragione riputato diligente osservatore e minuto calcolatore di nuove comete, compý osservazioni con l'equatoriale di Reichenbach della cometa di Halley.