google search

Teodolite di Bamberg

Johann Carl Wilhelm Anton Bamberg - Friedenau-Berlino (Germania) - xix sec.

iscrizioni: Carl Bamberg Friedenau - Berlin N° 11326

materiali: ottone e acciaio

dimensioni: 80 - 54 - 86 cm (l-w-h)

categoria: astronomia, geodesia

- obiettivo: 6.0 (cm)

accessori: micrometro ; micrometro filare

acquisizione:

num inv: 109100007

descrizione: Su una base metallica sorretta da tre piedini a vite calante, per la corretta messa in stazione dello strumento, sono posizionati il cerchio orizzontale, o azimutale, con un passo di 30', un'alidada girevole su cui poggiano due microscopi micrometrici che consentono la lettura di 6' e due sostegni a forcella per i perni di rotazione del cannocchiale.
Il cerchio verticale, o zenitale, fissato e coassiale all'asse di rotazione del cannocchiale, ha una divisione di 30' ed è corredato da una coppia di noni micrometrici per la lettura di 6'.
Una livella a cavalletto, munita di due gambe a forcella, è fissata sui perni dell'asse di rotazione del cannocchiale.
Il cannocchiale in ottone è montato su di un asse perpendicolare al suo asse ottico. Ha un prisma a riflessione totale che devia la linea di mira di 90° cosicché l'oculare, munito di micrometro filare, viene a essere situato ad un'estremità dell'asse di rotazione. All'altra estremita di tale asse vi è un dispositivo elettrico per l'illuminazione dei fili del micrometro.

uso: Strumento di impiego geodetico e geografico usato per misurare, con grande precisione, l'angolo azimutale e zenitale nei rilievi topografici di un luogo.
In astronomia il teodolite è usato per determinare l'azimut di un oggetto stellare, rispetto al polo celeste, o l'altezza apparente, rispetto all'orizzonte.

funzionamento: Definito in modo accurato l'assetto orizzontale dello strumento, aiutandosi con la livella, si mira un determinato punto geografico o celeste, centrandolo nel reticolo del cannocchiale, e se ne fissa la posizione sul cerchio graduato. Poi si mirano gli altri punti e se ne misura lo spostamento sia in azimut che in altezza.

stato di conservazione: buono

restauri:

note: ... lo strumento universale di Bamberg, gentilmente prestato dal Gabinetto di Geodesia della R. Università, fu sistemato da Luigi Carnera in uno dei ... due cupolini laterali... per misure geodetico-astronomiche. Ad esso sta lavorando attualmente l'Ing. Ugo Madia, assitente alla cattedra di topografia della facoltà di ingegneria dell'Università di Napoli.
La prima notizia storica su un teodolite si trova nel volume: A geometric practice named Pantometria del matematico inglese Leonard Digges (1520-1559), pubblicato nel 1571 da suo figlio Thomas (1546–1595). Solo nel 1787, con la riprogettazione che ne fece Jesse Ramsden (1735–1800), il teodolite divenne uno moderno strumento per misure di precisione.

fonti d'archivio:

bibliografia:

info scheda: n. 44, (Mauro Gargano, 2010-04-19)

schede precedenti: 2001 n. 19, E. Stendardo ; 1992 n. 9, V. Fiore e P. Paura