google search

Orologio a pendolo di Reichenbach Utzschneider Liebherr

Georg Friedrich von Reichenbach, Joseph von Utzschneider, Joseph Liebherr - Monaco (Germania) - 1812

iscrizioni: Reichenbach Utzschneider u. Liebherr in München

materiali: Acciaio, ottone, legno di rovere

dimensioni: 36 - 21 - 191 cm (l-w-h)

categoria: cronometria

acquisizione: acquisto - 1814

num inv: 1252

descrizione: Orologio a pendolo con lo scappamento a riposo ad ancora e ruota in ottone. In origine aveva la compensazione a verghe di acciaio e ottone. Il suo moto è molto irregolare... Nel 1934 il pendolo fu sostituito da uno di invar comprato presso la ditta Riefler di Monaco.
L'invar è una lega metallica di ferro e nichel, scoperta dal fisico svizzero Premio Nobel Charles Edouard Guillaume, che ha un basso coefficiente di dilatazione termica e per questo utilizzata per dispositivi meccanici di precisione.
Sulla nuova compensazione è inciso: Riefler München - D.R.P. 100870 - 3023.
L'orologio fu anche elettrificato con contatti elettrici al secondo. All'interno della cassa di legno vi è una targhetta che ricorda l'intervento di ammodernamento:

Antica Ditta Italiana iG. Kohlschitter Genova
Applicò pendolo e trasmettitore 1934-XIII
Il quadrante è argentato e segna, sul quadrante principale, i minuti. All'interno ci sono i quadranti per i secondi, nella parte superiore, e per le 24 ore nella parte bassa.

uso: Pendolo per la misura del tempo sidereo.

stato di conservazione: ottimo

restauri: 2010 (restauro conservativo a cura di Danila Ventriglia)

note: Nella nota di Federigo Zuccari degli strumenti dell'Osservatorio di Napoli, tra gli Istromenti commessi per ordine di S. M il Re delle due Sicilie che verranno depositati nel R.le Osservatorio nell'anno 1813... a Monaco al Macchinista Sig.r Reichembach è elencato anche un pendolo de' più perfetti.
L'orologio a pendolo arrivò a Napoli il 15 gennaio del 1815 e fu installato nell'osservatorio di S. Gaudioso mentre le casse dei grandi strumenti furono depositate presso il Real Museo in attesa che i lavori dell'osservatorio di Capodimonte si concludessero.
Sul finire del 1819 Brioschi fece trasportare gli strumenti sulla collina di Miradois. Il 1 Febbraio 1820 si è terminato di collocare il circolo occidentale e si è posto l'orologio annesso di Reichenbach a scappamento libero, ... e il pendolo ho trovato pesare chilogr. 15. Il giorno successivo Brioschi annota che l'orologio di Reichebanch si è fermato quasi subito. L'orologiaio che lo ebbe fra le mani per accomodarlo lo ha piuttosto sconciato.
Nel 1933 lo strumento dei passaggi di Bamberg fu spostato dal cupolino est nel casottino in muratuta, che era stato costruito per il collimatore del vecchio cerchio meridiano di Reichembach ... si collocò nel suo interno il vecchio pendolo di Reichenbach & Utzneider, che... comanda un cronometro a cilindro, ove si possono far scrivere tanto il pendolo fondamentale di Riefler, che quello di Frodsham. Nel 1935 fu collocato nella cabina a temperatura costante (circa 27°C) pei pendoli fondamentali fatta costruire da Luigi Carnera.

fonti d'archivio:

bibliografia:

info scheda: n. 90, (Mauro Gargano, 2016-07-26)

schede precedenti: 1992 n. 27, V. Fiore e P. Paura