21/03
24 luglio 2003

L'articolo originale è disponibile presso:
http://www.eso.org/outreach/press-rel/pr-2003/pr-21-03.html

 

 

Catherine Cesarsky
Presidente Eletto dell'Unione Astronomica Internazionale (IAU)

L'Assemblea Generale dell'Unione Astronomica Internazionale (IAU), riunitasi a Sydney (Australia), ha eletto il Direttore Generale dell'ESO, Catherine Cesarsky Presidente eletto dell'IAU per il triennio 2003-2006. L'IAU è la più prima organizzazione mondiale per l'astronomia che raccoglie quasi 9000 scienziati di tutti i continenti.

L'Assmblea Generale dell'IAU, ha anche eletto Ron Ekers (Australia) come Presidente (2003-2006). La Cesarsky diventerà, quindi, Presidente dell'IAU nel 2006, quando la prossima Assemblea si riunirà a Praga nella Repubblica Ceca. Ella è la prima donna scienziato a ricevere questa alta onorificenza.

"L'elezione di Catherine Cesarsky a Presidente Eletto dell'IAU è un importante riconoscimento per uno scienziato che ha dato notevoli contributi in vari settori dell'astrofisica dai raggi cosmici al mezzo interstellare e cosmologia", ha commentato il Presidente uscente dell'IAU Franco Pacini,"E' anche un onore ed un riconoscimento importante per la Comunità astronomica europea in generale e per l'ESO in particolare".

La Cesarsky che ha assunto la direzione generale dell'ESO nel 1999, è nata in Francia, si è laureata in Scienze Fisiche all'Università di Buenos Aires ed ha conseguito il dottorato in astronomia nel 1971 all'Università Harvard (Cambridge, Mass., USA). In seguito ha lavorato presso l'Istituto di Tecnologia della California (CALTECH).

Nel 1974, è entrata a fare parte del Service d'Astrophysique (Sap), Direction des Sciences de la Matière (DSM), Commissariat à l'Energie Atomique (CEA) (Francia). Come Direttore del DSM dal 1994 al 1999, ha guidato 3000 scienziati, ingegneri e tecnici agendo all'interno di un ampio spettro di ricerche che vanno dalla fisica alla chimica e astrofisica sino alla scienza della terra.

La Cesarsky è conosciuta per le sue ricerche di successo in molti campi dell'astrofisica moderna. Ella, ha iniziato con la teoria della propagazione e accelerazione dei raggi cosmici e delle emissini dei raggi gamma galattici. Poi ha condotto la costruzione e la progettazione della camera ISOCAM per l'ISO dell'Agenzia Spaziale Europea e il progrmma dell'ISOCAM che ha studiato le emissini infrarosse da molte fonti gallattiche ed extragalattiche. Questo ha portato risultati nuovi ed eccitanti sulla formazione delle stelle e sull'evoluzione delle galassie e all'identificazione delle fonti che forniscono la grandissima quantità di energia nel Fondo Cosmico all'infrarosso.

In qualità di direttore Generale dell'ESO, ha dato un decisivo impulso per la realizzazione del potentissimo telescopio VLT, dell'associato interferometro VLTI e per l'accordo recente tra l'Europa e l'America del Nord per la realizzazione di ALMA: l'Atacama Large Millimeter Array.

E' sposata ed ha due figli.