29/03
6 novembre 2003

L'articolo originale è disponibile presso:
http://www.eso.org/outreach/press-rel/pr-2003/pr-29-03.html

 

Gli astronomi scoprono ALMA il più grande telescopio del mondo a lunghezza d'onda millimetrica.


Scienziati e rappresentanti provenienti dall'Europa, Nord America e dal Cile prendono conoscenza oggi 6 novembre 2003 di quello che sarà il più grande e il più sensibile radiotelescopio del mondo operante alle lunghezze d'onda millimetriche.


ALMA
(Atacama Large Millimiter Array) sarà un singolo strumento composto da 64 antenne di alta precisione localizzate nella II Regione del Cile, nel Distretto di San Pedro di Atacama, sull'altopiano dell'Chajnantor, a 5000 metri sopra il livello del mare. Compito principale di ALMA sarà quello di osservare e ottenere immagini con una chiarezza senza precedenti, delle enigmatiche regioni fredde dell'Universo che sono non visibile nell'ottico che si mostrano invece brillanti nella regione millimetrica dello spettro elettromagnetico.

ALMA è uno strumento astronomico internazionale costruito con uguale partecipazione tra Europa e Nord America, in cooperazione con la Republica del Cile ed è finanziata nel Nord America dal US National Science Fundation (NSF) in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche del Canada (NRC) e in Europa dall'Osservatorio Europeo del Sud (ESO) e dalla Spagna. La costruzione e l'operatività di ALMA saranno condotte a nome del Nord America dall'Osservatorio Nazionale di Radioastronomia (RNAO), che è governato dalle Università Associate Inc (AUI) e dall'ESO per conto dell'Europa.

"ALMA permetterà di fare giganti passi avanti ai nostri studi in questa relativamente piccola finestra esplorata dell'Universo", ha detto la prof.ssa Catherine Cesarsky, Direttore generale dell'ESO. "Con ESO che guida la parte europea di questo ambizioso e lungimirante progetto, l'impatto di ALMA si sentirà in ampie sfere del nostro continente. Insieme con i nostri partner nel Nord America e in Cile non vediamo l'ora di offrire opportunità veramente d'avanguardia con ALMA anche a giovani scienziati e ingegneri".

"L'US National Science Fundation condivide oggi con il nostro partner nordamericano, il Canada, l'ESO, la Spagna e il Cile la preparazione di un nuovo strumento spettacolare" ha dichiarato la dott.ssa Rita Colwell, Direttore della US National Science Fundation. "ALMA espanderà la nostra visione dell'Universo con occhi che penetrano i veli nascosti dello spazio attraverso cui la luce non può penetrare".
In occasione di questa presentazione sarà reso pubblico il logo di ALMA
.