ESO Press Release 04/04 - I marzo 2004

L'articolo originale è disponibile presso:
http://www.eso.org/outreach/press-rel/pr-2004/pr-04-04.html

 

VLT supera il record della piu' lontana galassia conosciuta

 

Usando lo strumento ISAAC che lavora nel vicino infrarosso sul VLT dell'ESO, e l'effetto amplificatore delle lenti gravitazionali, un gruppo di astronomi francesi e svizzeri ha scoperto parecchie galassie deboli, che si pensa siano le più lontane conosciute.
Successivi studi spettroscopici di una di queste candidate hanno fornito un forte indizio per quello che è ora il nuovo record di più vecchia, e di conseguenza, più distante galassia nota nell'Universo.
La galassia recentemente scoperta, chiamata Abell 1835 IR1916, ha redshift 10 ed è localizzata a una distanza di circa 13,230 milioni di anni luce. Essa è pertanto vista in un tempo in cui l'Universo aveva una età di soli 470 milioni di anni, il che è, approssimativamente, il 3 per cento della sua età attuale.
La galassia sembra essere diecimila volte meno massiccia della nostra, la Via Lattea. Potrebbe appartenere alla prima classe di oggetti che pongono un limite all'età dell'Universo. Questa notevole scoperta sottolinea le capacità potenziali dei telescopi da terra di grandi dimensioni nel dominio del vicino infrarosso per l'esplorazione dell'Universo in età molto giovane.



Questa pagina è curata dall'Ufficio Public Outreach & Education (PO&E) dell'INAF-Osservatorio Astronomico di Capodimonte, Napoli,
per conto dell'Education and Public Relations Department dell'ESO.
Il responsabile PO&E: Maria Teresa Fulco
This page is responsability of the Public Outreach & Education (PO&E) Office of the INAF-Capodimonte Astronomical Observatory in Naples,
on behalf of the Education and Public Relations department of ESO. The PO&E Officer : Maria Teresa Fulco

Info: mtfulco@oacn.inaf.it

webmaster - maggio 2004