Mercurio

Contents torna indietro

   Mercurio è il pianeta più vicino al Sole e l'ottavo più grande del sistema solare. E' più piccolo in diametro di Ganimede ma con una massa maggiore.

orbita: 57,910,000 km (0.38 AU) dal Sole

diametro: 4,880 km

massa: 3.30e23 kg

   Mercurio è stato visitato solo dalla navicella Mariner 10 nel 1974 e1975. E' stata creata una mappa soltanto del 45% della sua superficie e sfortunatamente è troppo vicino al Sole per poter essere osservato con il telescopio spaziale Hubble.

   L'orbita di Mercurio è fortemente eccentrica; al perielio è solamente 46 milioni di km dal Sole, mentre all'afelio dista 70 milioni di km. Nel 19° secolo gli astronomi fecero delle osservazioni mirate al calcolo dei parametri orbitali di Mercurio ma non precise rispetto agli strumenti odierni. Si era pensato per esempio che un altro pianeta (chiamato Vulcano) potesse esistere in un'orbita prossima a quella di Mercurio. Questa ipotesi fu smentita dalla teoria della relatività di Einstein.

   Fino al 1962 si era pensato che il giorno di Mercurio avesse la stessa durata di un anno, mostrando quindi sempre la stessa faccia rispetto alla Terra. Ma ciò fu confutato nel 1965 mediante le osservazioni con radar ad effetto doppler. Si sa oggi che Mercurio ruota 3 volte in un anno.

   L'alta eccentricità dell'orbita di MErcurio ha prodotto effetti molto strani sulla sua superficie. Ad alcune longitudini gli osservatori possono guardare il sorgere del Sole e successivamente il suo innalzamento graduale verso lo zenith con la strana crescita apparente delle sue dimensioni. A quel punto il Sole si ferma, inverte il suo moto scendendo veros la linea dell'orizzonte e decrementando la sua taglia apparente. Cioè il contrario di quanto avviene sulla Terra.

   Le variazioni di temperatura su Mercurio sono le più estreme di tutto il sistema solare e vanno da 90 K a 700 K.

   Mercurio è per molti versi simile alla Luna: la sua superficie ha molti crateri e molto antichi. Peraltro Mercurio è molto più denso della Luna (5.43 gm/cm3 rispetto a 3.34). Mercurio è il secondo corpo celeste più denso nel sistema solare, dopo la Terra. Attualmente la densità della Terra è dovuta in parte alla compressione gravitazionale e quindi se questa fosse l'unica spiegazione in realtà Mercurio dovrebbe essere più denso. Questo vuol dire allora che il nucleo di Mercurio è maggiore di quello terrestre e quindi probabilmente rappresenta la maggiora parte del pianeta.

   Mercurio, internamente, è dominato dal nucleo di ferro con un raggio compreso tra 1800 e1900 km. Il mantello dunque è spesso solo poche centinaia di km.

   Mercurio ha attualmente un'atmosfera molto debole che consiste di atomi investiti fortemente dal vento solare e quindi molto volatili. Quindi la sua atmosfera è in continua evoluzione.

       Una delle peculiarità maggiori della superficie di Mercurio è la pianura Caloris (foto a destra); è circa 1300 km in diametro. E' probabilmente causata da un grande impatto avvenuto con un altro corpo in epoche molto antiche. Quell'impatto è probabilmente anche la causa del terreno molto turbolento agli antipodi della pianura (foto a sinistra).

    Una recente analisi ha confermato una certa attività vulcanica. Inoltre le osservazioni radar mostrano la presenza di ghiaccio in alcuni crateri del polo nord del pianeta. Mercurio ha un piccolo campo magnetico (1% di quello terrestre).


Contents torna indietro